Le B corp ! 🌍

15 Giugno 2020 0 Di Laura Contoz

Collaboro con due aziende, una per la fornitura elettrica 💯% Green, l’altra produce e installa impianti fotovoltaici e impianti termodinamici, entrambe le società sono certificate, di seguito il percorso che hanno fatto per ottenere la certificazione.

L’idea di B- Corp è così ovvia che è il

contrario a suonare sospetto!

Riccardo Sabatini [Scienziato, Imprenditore]

Questo è il marchio registrato, in linea generale,sovente le aziende lo personalizzano con il colore del brand piuttosto che con un’altra frase sotto modello slogan, ma la “B” nel cerchio, può essere utilizzato solo da società B Corp certificate.

Il percorso

La certificazione B corporation è una certificazione diffusa in 71 paesi e ben 150 settori diversi, viene rilasciata alle aziende, da B Lab, un ente no profit internazionale, con sede a Wayne, una città della Pennsylvania.

B-Lab attesta l’impegno dell’azienda verso le tematiche sociali e ambientali, non solo bisogna ottenere la certificazione, ma anche mantenerla !!

L’azienda deve compilare (il BIA) il questionario di Business Impact Assessment, uno strumento di analisi strutturato in cinque punti :

  • Governance responsabilità e trasparenza
  • Persone salary and benefits formazione qualità dell’ambiente lavorativo proprietà eccetera
  • Comunità politica di fornitura e logistica creazione di posti di lavoro azioni di supporto per la comunità
  • Ambiente efficacia energetica riduzione dei rifiuti e riduzione dell’impatto ambientale lungo tutta la filiera lavorativa
  • Clienti impatto positivo dei prodotti o del servizio sul cliente

Compilato questo questionario,viene assegnato un punteggio, l’azienda verrà nel tempo sottoposta a verifica, attraverso dei processi di validazione ovviamente verrà chiesta tutta la documentazione di supporto a quanto affermato nel questionario, la no-profitt B-lab è abbastanza rigorosa in merito! Aggiungerei per fortuna!

Superati i vari step l’azienda araggiunge lo status di B corp e può incominciare ad utilizzare il Brand certificat B Corp sui prodotti/servizi e nelle comunicazioni.

La certificazione rimane valida per tre anni periodo dopo il quale deve essere rinnovata, rientrare fra le società B-corp consente, tra le altre cose, l’accesso a vari servizi e strumenti per la misurazione dell’impatto sociale delle aziende ( il già citato Business Impact Assessment )

Le società benefit

Bisogna riconoscere il merito al nostro Paese, di essere stato il primo, dopo gli Stati Uniti a prevedere nel proprio ordinamento giuridico, il riconoscimento della forma giuridica di Società Benefit [legge n° 208 del 28 dicembre 2015 comma 376- 384 entrata in vigore il 1 gennaio 2016]

Con l’introduzione,nell’ordinamento giuridico, delle società benefit,viene introdotta, di fatto, una nuova forma societaria, che continua a perseguire lo scopo di lucro, ma che obbligatoriamente affianca allo stesso uno o più scopi sociale o di pubblica utilità, dunque perseguono gli stessi obiettivi delle altre aziende, ma a differenza loro, sono chiamate ad agire, in conformità a specifiche norme di legge, ovviamente, a tutela , vi sono controlli e verifiche, da parte delle istituzioni e degli enti preposti, con il rischio di incorrere in sanzioni, nel caso di inadempimenti alle disposizioni di legge.

Alcune Società Benefit

Ne ricordiamo alcune:

NWG Energia (commercializzazione di energia elettrica esclusivamente proveniente al 100% da fonte rinnovabile; è la prima società benefit certificata BCorp nel settore energia in Italia), NWG S.p.A. (azienda leader nel mercato del fotovoltaico) Banca Prossima (settore bancario), DLM Partners (psicologia del lavoro), Emmerre (coperture e bonifica amianto), Facile Aiuto (welfare aziendale), Fratelli Carli (produzione olio e specialità alimentari), Fratelli Damiano (trasformazione industriale di mandorle biologiche), Nativa (design company; dal 2012 ha introdotto nel nostro Paese le BCorp e le società Benefit),  Perlage DOCG (cantina biologica).

Per valutare la crescita di questa nuova forma societaria, dimostrazione del fatto che è possibile lavorare in un certo modo, con un occhio al portafoglio e uno al Pianeta.

Ecco qualche numero:

  • nel 2008 si sono certificate 125 aziende
  • nel 2009 si sono certificate 212 aziende
  • nel 2010 si sono certificate 370 aziende, salto qualche anno,
  • nel 2015 si sono certificate 1500 aziende
  • nel 2016 si sono certificate 2000 aziende
  • nel 2017 si sono certificate 2400 aziende

Ovviamente, le aziende sono dislocate in tutto il mondo, per farvi capire l’impegno, in Italia nel 2018 erano presenti 80 aziende certificate, tantissimi economisti hanno accolto positivamente, incoraggiato, il tipo di economia delle società benefit,perché aggiungono valore alla società, l’intera società, sovente, non ci soffermiamo a riflettere su questo, generare valore in campi come il reciclo, l’ambiente, l’energia, generare valore nei confronti dei dipendenti, dei clienti, è estremamente importante , senza ombra di dubbio per il nostro Pianeta, ma di fatto “smuove” l’economia di tutti, dall’ imprenditore all’ultimo ( non per importanza!)dei consumatori!

Per qualsiasi informazione, qualsiasi domanda, qualsiasi critica, purché costruttiva, sono a tua disposizione sui miei canali social!